Impasto Switchy Fruit, frutta e verdura realmente Unconventional

Oggi ti voglio parlare dell’impasto Switchy Fruit, il nostro impasto di Frutta e Verdura: come è fatto? Perché l’ho ideato? Che proprietà ha?
Ti svelo subito tutto!

Era da molto tempo che cercavo un impasto che potesse sostituire quello integrale e quello kamut perché il primo lo propongono ormai ovunque, il kamut invece è solamente un marchio registrato ( infatti dovrei scriverlo così Kamut®️) su cui hanno fatto solamente del buon marketing e ce lo hanno spacciato come qualcosa di unico e innovativo; in realtà, è semplicemente una farina di grano duro come molte altre, importata dal nord Africa, a cui hanno dato un nome “strano” ma non possiede alcuna peculiarità degna di nota.

Fu così che decisi di mettermi alla ricerca di farine antiche, volevo creare un impasto particolare e mai visto, in poche parole Unconventional!

Mi colpirono 3 farine in particolare, dalle proprietà ben chiare: Miglio, Teff, Amaranto.
La farina di miglio è ricchissima in ferro, magnesio e fosforo, la farina di Teff ricca di proteine e quella di amaranto, ricca anche questa di sali minerali e di lisina, proteina importantissima per ossa e tessuti.

Decisi allora di mescolare queste tre farine, ma sentivo che mancava qualcosa, quel tocco di stravaganza e innovazione che ricerco sempre in qualsiasi mia opera: cosa poteva essere?

Un bel giorno, sfogliando una rivista che parlava di cucina, mi colpì una pagina in cui c’era la foto di un risotto viola, a base di crema di barbabietola e carote viola, dal colore bellissimo e vivido che mi fece pensare a qualcosa di affascinante e salutare al tempo stesso: perché non utilizzare la verdura come “ additivo naturale “ per apportare al mio impasto quel tocco di originalità che cercavo?

Così feci una ricerca su come potevo aggiungere frutta e verdura al mio bel l’impasto e mi si apri un mondo: bastava ridurre la verdura e la frutta prescelta in polvere, facendola prima essiccare, in modo che tutta l’acqua presente all’interno venisse tolta e ciò che rimaneva sarebbe stata una farina, da aggiungere alle altre per ottenere la pizza che volevo.

Non è stato facile tradurre in fatti ciò che avevo letto: acquistai un buon essiccatore, una quantità spropositata di verdura colorata( iniziai con zucca e carote viola ) e provai questo nuovo metodo.

Dopo molti mesi di prove ed errori, riuscii ad ottenere un impasto davvero strano, colorato, che mi permise di servire una pizza molto croccante e salutare, ricchissima di fibre e nutrienti perché conteneva verdura pura!

Ad oggi serviamo l’impasto switchy fruit ( il nome significa “frutta che cambia”, perché inizialmente volevo che questo impasto fosse mutevole e cambiasse in base alle stagioni della frutta e verdura disponibile; in seguito mi resi conto che i risultati migliori li ottenevo con sole determinate verdure e frutta, perciò ho mantenuto il colore VIOLACEO, dato da carote viola, patate viola e radicchio rosso a cui aggiungo farina di lamponi e more ma solo di stagione) come valida alternativa all’integrale, al kamut o a qualsiasi altra farina presa singolarmente perché credo fortemente che questo sia un impasto ben più nutriente e completo.

Cosa dici, vieni in pizzeria per venire ad assaggiare la pizza VIOLA? L’impasto Switchy Fruit è ciò che non ti aspetti, ne rimarrai sorpreso !

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su email

Articoli Recenti

FORLIN É APERTO AL PUBBLICO

Per prenotare, clicca sul pulsante qui sotto:

Attivo anche il servizio d’asporto

Per ordinare, clicca sul pulsante qui sotto: